Comet 21 Comet 26 Comet 31
 

 

 

  


COMET 35    COMET 38    COMET 41   COMET 45   COMET 50


Comar è stato tra i primi cantieri ad utilizzare la vetroresina per la produzione di serie. Oggi la costruzione dei Comet unisce sapientemente le alte tecnologie e la manualità artigianale.

Gli scafi sono costruiti in sandwich con anima in Airex e tessuti di vetro unidirezionali e biassali.Tutta la stratificazione avviene con l'uso di resina epoxy-vinilica.

Per le barche finalizzate alla competizione, gli scafi possono essere realizzati con resina epossidica e con rinforzi strutturali in carbonio.

Curiosità
Comar iniziò nel 1961 con nome Sipla, in quegli anni le costruzioni in plastica erano considerate azzardi, per omologare il primo Meteor, il cantiere ricorse ad un tranello, verniciò lo scafo di marrone con finte venature effetto legno, lo portarono in un cantiere rinomato per le costruzioni classiche e chiesero l'omologazione ai tecnici del Rina, che, impegnati in una barca più grande ed importante non si soffermarono sul Meteor e lo omologarono dando il via ad una impresa che ha costruito più di 4.500 barche.